Carbossiterapia

Che Cos’e’ la CARBOSSITERAPIA

La carbossiterapia è una terapia che utilizza anidride carbonica (CO2) medica.

Essa nasce negli stabilimenti termali francesi nel lontano 1932.

In seguito gli studi effettuati sulla somministrazione di CO2 mostrarono  un sorprendente effetto positivo negli artereopatici e nel trattamento della sindrome di Raynaud.

Un miglioramento degli inestetismi cutanei nel corso dei trattamenti suggerirono le recenti  specifiche ricerche che ne hanno portato allo sviluppo di strumentazione elettronica moderna di recentissima progettazione  per somministrare in modo controllato per via intradermica e sottocutanea anidride carbonica medicale.

La Carbossiterapia è un trattamento che può essere praticato solo da personale medico.

Studi clinici hanno dimostrato che l’anidride carbonica microiniettata in modo sottocutaneo agisce sul microcircolo, dove vasodilata facendo scorrere nuovamente e più velocemente il sangue nei capillari che si erano chiusi, aumenta il drenaggio veno-linfatico ed inizia la rottura delle cellule adipose riduce gli accumuli di grasso con effetto lipoclasico, rimaneggiando il grasso in eccesso. Il sangue scorre così più velocemente, i tessuti ricevono più ossigeno, le tossine vengono smaltite e il grasso si riduce, aumentando l’elasticità cutanea e ringiovanendo il derma. Per il mantenimento dei risultati è fondamentale una dieta adeguata. La Carbossiterapia può essere effettuata anche al viso, per rigenerare l’ovale del volto, donare luminosità, ripristinare l’elasticità e ridare turgore a viso, collo e decollettè.

In cosa consiste

Gli effetti terapeutici dell’anidride carbonica possono essere schematizzati in:

  • Aumento tonicità ed elasticità cutanea con    ringiovanimento del derma
  • Riduzione degli accumuli di grasso corporeo localizzato
  • Trattamento della cellulite
  • Riossigenazione e riattivazione dei processi metabolici e di drenaggio che contribuiscono all’invecchiamento fisiologico.

La terapia consiste in microiniezioni localizzate di anidride carbonica medicale somministrata per via sottocutanea e intradermica tramite un microago inserito su un tubicino sterile collegato al medical device.



Trattamenti corpo

La carbossiterapia e’ eccellente nella cura della CELLULITE

Studi e ricerche cliniche hanno dimostrato che il gas ha effetto sia sugli accumuli adipose, perche’ rompe le membrane delle cellule grasse (effetto lipoclasico) riducendo gli accumuli di grasso, sia sulla microcircolazione, dove riapre I vasi ostruiti e riattiva quelli malfunzionanti.

L’effetto sui fibroblasti stimola una produzione di collagene ed elastina. La conseguenza è un miglioramento della circolazione ed aumento di ossigeno.

Pertanto trova applicazione sia in campo ESTETICO laddove si voglia levigare gli inestetismi della cellulite, o ritrovare l’elasticita’ ed il tono come dopo una gravidanza o  nella perimenopausa, che in campo MEDICO, come nel trattamento ginecologico dell’ATROFIA  VULVOVAGINALE, nella stasi del microcircolo con media INSUFFICIENZA VENOSA, nel trattamento della PSORIASI, degli ECZEMI e dell’ALOPECIA AREATA.


Trattamenti viso

La carbossiterapia è ideale per migliorare gli inestetismi del viso, stimola la rigenerazione dei tessuti fisiologicamente per l’effetto Bohr.

 

Infatti, aumenta la quantità di ossigeno nei tessuti e quindi migliora in modo naturale l’elasticita’ cutanea ed induce un ringiovanimento del derma e dell’epidermide con un EFFETTO LIFTING SU VISO COLLO E DECOLLETE’.

 

E’ quindi indicato per ridisegnare l’ovale del volto, ma soprattutto per eliminare le borse e le zampe di gallina, le rughe glabellari e riossigenare, ridare turgore al collo e al décolleté. La pelle del viso diventa più elastica, più tonica e vellutata.

 

Quindi più giovane e sana in modo naturale!


Applicazioni della Carbossiterapia

  • Viso, collo e décolleté

Si ha un effetto liftante naturale sia a livello del viso che del collo, dove si ottiene un buon esito anche nel cosiddetto anello di Venere. Gia’ dopo una seduta la pelle  appare più luminosa, liscia e tonica.L’azione diretta sugli adipociti (cellule grasse) provoca un rimaneggiamento del grasso in eccesso anche sul collo con apprezzabili miglioramenti del cosiddetto doppio mento.

Contorno occhi e dark-circle

Nella regione perioculare l’effeto tensorio del gas attenua il rilassamento palpebrale superiore anche dopo una singola seduta.La riduzione del grasso nella parte inferiore si evidenzia mediamente dopo Quattro sedute.Migliorano anche le piccolo rughe laterali. L’aumento del drenaggio post carbossiterapia consente di ottenere un effetto evidente anche nell’inestetismo delle cosiddette “occhiaie”.

  • Lassità cutanea braccia gambe addome

I primi risultati sono già visibili dopo poche sedute: effetto positivo su qualità, colore della pelle ed alsticità della cute, che risulta più tonica e rivitalizzata.

  • Smagliature e cicatrici

La Carbossiterapia si rivela estremamente efficace nel trattamento delle smagliature.

Le strie rosse più recenti, vengono risolte in modo pressochè definitive dopo poche sedute.

Quelle bianche, più vecchie, pur non scomparendo diventano meno visibili e la pelle della zona trattata appare più elastica e tonica.

  • Cellulite

CARBOSSITERAPIA, LA REGINA DELLE TERAPIE ANTICELLULITE.. E NON SOLO.

Questa metodica è usata da anni per combattere la cellulite. Quest’ultima, infatti, è una malattia dovuta in gran parte ad alterazioni, più o meno significative, del microcircolo: ecco perché trae giovamento dall’azione di stimolo nei confronti della circolazione periferica esercitata dalla carbossiterapia. Non solo. Le insufflazioni di anidride carbonica sono anche in grado di attivare il metabolismo del tessuto adiposo, diminuendo il numero degli adipociti, ossia le cellule di grasso, che in caso di cellulite sono più numerose e voluminose.

La seduta è veloce e indolore

L’anidride carbonica viene insufflata nel volto tramite l’utilizzo di minuscoli aghi, che vengono inseriti sotto pelle a circa un millimetro di profondità, direttamente nelle zone da trattare. Non c’è bisogno di praticare anestesia o di applicare pomate antidolorifiche: il trattamento è indolore o quasi. La seduta dura pochi minuti e al termine non rimangono segni. Al limite può comparire un lieve rossore, destinato a scomparire spontaneamente nell’arco di poche ore.

Gli inestetismi della cosiddetta cellulite (pelle a buccia d’arancia, a materasso etc.) sono dovuti ad alterazioni del microcircolo venoso e delle cellule adipose anche per fattori ormonali. Subito dopo la carbossiterapia si ottiene un aumento locale di ossigeno e una riattivazione del metabolismo cellulare.

L’effetto sui fibroblasti stimola una produzione di collagene ed elastina. I risultati estetici sono già apprezzabili dopo un ciclo terapeutico.


  • Ginecologia

Sebbene tutti I tessuti epiteliali siano sensibili alle modificazioni delle concentrazioni ormonali, nessuno ne possiede la sensibilità dell’epitelio vaginale, sia dal punto di vista della rapidità allo stimolo ormonale che alla quantità e qualità della risposta stessa.

La menopausa porta spesso con sè atrofia o ipofunzionalità dei tessuti circostanti il perineo, con ridotta risposta agli stimoli, oltre ad una perdita di funzionalità e di turgore dei tessuti ed una ridotta sensibilità della zona, che si ripercuote in senso decisamente negativo anche sulla sfera sessuale. In tutti questi casi è possibile integrare i protocolli di carbossiterapia  in sinergia con le terapie classiche riepitelizzanti e ormonali sia topiche che sistemiche, per migliorare la funzionalità dell’area genito-urinaria ed il benessere della donna in perimenopausa.

  • Flebologia

A livello circolatorio e linfatico si ottengono risultati sia funzionali –gambe più leggere- già dalla prima seduta terapeutica, che estetici. E’ un trattamento assolutamente indicato nel trattamento delle ulcere ( anche diabetiche) e nelle lesioni da decubito.

Tricologia

Nell’alopecia areata e androgenetica, quando il diradamento non e’ troppo importante, si hanno dei risultati efficaci come alternativa al trapianto. La terapia agisce sui fattori di crescita potenziando il suo effetto laddove applicata in associazione a terapie complementari.

Gli Effetti dei Trattamenti

Gli effetti sulla microcircolazione

L’effetto farmacologico principale della carbossiterapia e’ rappresentato dalla vasodilatazione  di tipo attivo del microcircolo, cui si accompagna un notevole aumento del flusso di sangue e quindi un deciso miglioramento della circolazione venosa e arteriosa. Per questo motivo la terapia e’ estremamente  efficace nel trattamento di arteriopatie periferiche e alterazioni morfofunzionali del microcircolo.

Infatti l’impiego dell’anidride carbonica quale sostanza terapeutica, si e’ rivelato un’efficace arma di prevenzione e cura in tutti I disturbi collegati al cattivo funzionamento della circolazione venosa , arteriosa e capillare.

 

Quante sedute bisogna fare?

La quantità globale di anidride carbonica somministrata per seduta varia a seconda del trattamento da eseguire (viso, collo corpo, etc.) e può variare da pochi cc. a 600-800 cc. o anche più.

Il trattamento viene eseguito ambulatorialmente mediante singole microiniezioni e puo’ essere praticato solo da personale medico qualificato.

La frequenza delle sedute è solitamente di una alla settimana per un numero di 4-15 sedute a seconda dell’area e del problema da trattare.

 

E’ un trattamento sicuro?

Il trattamento è totalmente sicuro per la paziente

La carbossiterapia può essere definite un FARMACO NATURALE ,poichè agisce come un potente vasodilatatore e lavora in modo totalmente fisiologico perchè regolarizza la funzione del microcircolo.

 

E’ un trattamento doloroso?

Durante il trattamento il paziente potrebbe avvertire una modesta dolorabilità locale e lieve crepitio sottocutaneo che scompare nel giro di alcuni minuti.

 

Rischi e complicanze

Il trattamento è sicuro per il paziente, l’anidride carbonica è atossica essendo compatibile con l’organismo umano che la produce e costantemente la elimina tramite il sistema venoso per via polmonare, non provoca embolia. Gli usi di questo gas sono noti in chirurgia e in diagnostica ed in campo medico per la propria sicurezza. Durante le iniezioni, possono comparire bruciori e/o fastidi nei punti di iniezione.

Controindicazioni sono: insufficienza epatica grave, ipertensione arteriosa grave, pregresso ictus cerebrale, insufficienza respiratoria grave, insufficienza renale grave, insufficienza cardiaca grave, terapia con acetazolamide, diclofenamide o altri inibitori dell’anidrasi carbonica, anemia grave, tachiaritmie cardiache, trombosi arteriose, tromboflebiti, embolie, gangrena gassosa, gravidanza.

 

Può essere eseguito insieme ad altri trattamenti?

Sí, i trattamenti di carbossiterapia possono essere, combinati con altri tipi di trattamento come la mesoterapia, gli ultrasuoni esterni, il massaggio discrezione del medico.